Itinerario 1: Cattedrali Romaniche di Terra di Bari

 Itinerario 1 

   .

   L’itinerario parte da Bari dove si possono visitare le chiese: Cattedrale, S.Nicola, S.Gregorio, La Vallisa ed anche, tra l’altro, il Castello Svevo, la chiesa rinascimentale di S. Teresa dei Maschi siti tutti a breve distanza tra loro nella città vecchia.Uscendo da Bari, imboccata la SS 16 bis in direzione Foggia si arriva, dopo 18 km, a Giovinazzo dove si può visitare la Cattedrale del XII secolo, sita in bella posizione dominante il mare ed il piccolo porticciolo all’ingresso del pregevole borgo antico.

Procedendo verso nord seguendo le segnalazioni, si esce dal paese arrivando dopo pochi chilometri a Molfetta dove, in prossimità del porto, c’è il Duomo Vecchio di S.Corrado.

Usciti da Molfetta la statale 16 bis ci porta, dopo una decina di chilometri, a Bisceglie dove si può visitare la Cattedrale.

Il nostro itinerario prosegue sempre seguendo la SS 16 bis lungo la costa verso nord fino ad incontrare dopo 8 km la bella città di Trani, con un notevole borgo antico il cui punto di massimo interesse è la suggestiva Cattedrale.

Lasciata Trani si arriva a Barletta, famosa per essere stata sede della omonima disfida che nel 1503 vide contrapposti 13 cavalieri italiani ad altrettanti cavalieri francesi. Qui si potranno visitare non solo la Cattedrale e la Chiesa del S.Sepolcro, ma anche il castello svevo, recentemente restaurato, che ospita la collezione De Nittis, quadri donati dalla moglie del grande pittore al comune.

Proseguiamo quindi allontanandoci dalla costa verso Canosa di Puglia dove si giunge seguendo la SS 93 per 22 km e dove si visiterà la Cattedrale romanica del 1101 all’interno della quale sono di notevole bellezza il pulpito e la cattedra vescovile.

Usciti da Canosa, seguendo la SS 98 in direzione sud, si arriva dopo 45 km a Ruvo di Puglia dove oltre alla Cattedrale si potrà visitare l’interessantissimo museo Nazionale Jatta, sede di una grande collezione di ceramiche, bronzi e terrecotte tra il VII ed il III secolo a.C. -Sulla strada tra Canosa e Ruvo è d’obbligo una deviazione di 17 km in prossimità di Andria lungo la SS 170 per visitare quello che forse è il più noto dei castelli di Federico II: Castel del Monte, che domina l’altopiano della Murgia dall’alto dei 540 metri del suo colle.

Da Ruvo, ripresa la SS 98 si giunge dopo 17 Km a Bitonto, nel cui centro storico oltre la Cattedrale e la Chiesa di S.Valentino si trovano numerose altre chiese, palazzi nobiliari e la Galleria Nazionale DeVanna.

 

  

<- Torna alle cattedrali romaniche.