Bitonto

   Bitonto è un comune di circa 56.000 abitanti, in provincia di Bari, adagiata sul primo gradino della murgia barese e sviluppatosi in fregio al corso della lama Balice, dove anticamente scorreva il torrente Tiflis.
Famosa soprattutto per la produzione dell’olio, Bitonto è conosciuta anche come la città degli Ulivi, proprio per l’elevato numero di uliveti presenti sul suo territorio che producono una particolare varietà di olive, chiamata Cima di Bitonto, da cui si ricava un olio extravergine di pregiatissima qualità, molto rinomato ed esportato in tutta Europa.

   Come molti altri centri storici della Puglia, quello di Bitonto è il risultato di un’eccezionale stratificazione di segni, di popoli e di culture. Poche sono le testimonianze dell’originario insediamento peuceta, molto attivo nel IV secolo a.C., e i resti del municipio romano di Bituntum, che sorgeva sulla Via Traiana che collegava l’antica Rubi (Ruvo) con Bari e Brindisi. Sul finire del X secolo il territorio fu devastato dai Bizantini, ma la città si riprese e mantenne la sua autonomia fino al 1317, quando il destino della città si legò alle diverse casate nobili che se ne disputarono il feudo.  Il 26 Maggio del 1734 fu teatro di una cruenta battaglia tra Austriaci e Spagnoli che pose fine alla dominazione austriaca nel Mezzogiorno, e che portò alla nascita del regno di Napoli come Stato indipendente. Sotto i Borbone si formò una forte borghesia agraria e si realizzò la prima espansione fuori le mura. Il 26 Febbraio del 1984 in Piazza Aldo Moro una moltitudine di bitontini e di gente dei paesi vicini accolse la visita del Pontefice Giovanni Paolo II agitando rami di ulivo, bandiere e fazzolettini colorati (clicca qui per leggere il discorso del Papa alla comunità bitontina).
   Di notevole importanza è il centro storico ricco di numerose chiese e monumenti, tra cui spicca, per il suo stile romanico pugliese, la cattedrale, e pregevoli esempi di edilizia rinascimentale, come il Palazzo Sylos-Calò e il Palazzo Sylos-Vulpano.
   Bitonto è anche città d’arte, sede della prima Galleria Nazionale della Puglia e del museo diocesano più grande del mezzogiorno d’Italia ma anche della Galleria d’Arte Contemporanea, nella splendida cornice del torrione angioino, e del museo archeologico. 

.

.

 

.

.

Visualizza... Visualizza... Visualizza... Visualizza... Visualizza...
               …la Cattedrale             …Chiese e Monasteri                           …i Musei                        …i Palazzi                       …il Teatro
 

.

.

.

.

Visualizza il tour virtuale della città di Bitonto.

.

.

 

   Territorio

   Il territorio comunale di Bitonto si estende per oltre 170 km2, dall’alta Murgia fino a 2 km dal mare Adriatico, e confina a nord con il comune di Giovinazzo, a est con Bari, Modugno e Palo del Colle, a sud con Altamura e Toritto, e a ovest con Terlizzi e Ruvo di Puglia. Fino al 1928 il comune aveva anche uno sbocco sul mare Adriatico, in quanto amministrava la frazione di Santo Spirito, oggi quartiere di Bari.

   Il centro abitato si trova sul primo gradino dell’altopiano della Murgia ma il territorio comunale nella parte meridionale è decisamente collinare, raggiunge un’altezza massima di 491 m s.l.m. e include il parco nazionale dell’Alta Murgia. Il centro bitontino accoglie anche Lama Balice (localmente nota come La Majin), sito naturalistico e paesaggistico recentemente istituito come parco regionale.

.

.