Musei

  

 

   Galleria Nazionale della Puglia Girolamo e Rosaria Devanna (Palazzo Sylos-Calò) 

La prima Galleria Nazionale della Puglia, esito di una cospicua donazione pervenuta allo Stato nel 2004 da parte di Girolamo e Rosaria Devanna, ha sede nello storico palazzo Sylos Calò. Il patrimonio è costituito da 229 dipinti e 108 disegni databili dal XVI secolo a tutto il ’900, opere di artisti sia italiani che stranieri.

gallerianazionalepuglia.beniculturali   il sito web.

.

.

    

   Museo Archeologico

Il Museo Archeologico della Fondazione De Palo Ungaro sorge in via Mazzini 44. Dal 2ooo ospita due mostre permanenti Gli antichi Peucezi a Bitonto e Donne e Guerrieri da Ruvo a Bitonto che raccolgono reperti datati tra il VI e III secolo a.C. rinvenuti nella necropoli di via Traiana. I numerosi corredi funebri esposti sono ricchi di reperti ceramici e metallici, che consentono di tracciare l’evoluzione economica e sociale della civiltà peuceta e di conoscerne usi e costumi.

comune.bitonto.ba.it/servizi/museo  il sito web.

.

.

  

   Galleria d’Arte Contemporanea (Torrione Angioino)
 
Il percorso espositivo della Galleria si articola in due sezioni: la prima, per celebrare l’ideatore di questo nuovo museo, è dedicata interamente alle opere di Masiello, “inimitabile Maestro della pittura contemporanea”, come l’ha definito il critico Gian Luigi Rondi. La seconda, collocata al piano superiore, ospiterà dipinti (il nucleo iniziale è di 17) di Antonio Bibbò, Mimmo Conenna, Giuseppe De Nittis, Roberto De Robertis, Giorgio Esposito, Carlo Fusca, Luigi Guerricchio, Ugo Martiradonna, Francesco Netti… esponenti di rilievo di diverse tendenze della pittura moderna e contemporanea.

orario:
lunedì chiuso
martedì 10-13/15-19
mercoledì 10-13/15-19
giovedì 10-13/15-19
venerdì 10-13/15-19
sabato 9-13/15-19
domenica chiuso.

.  

   Museo Diocesano

Il museo, in fase di riallestimento, è destinato a trasferirsi a breve nel convento della chiesa di San Francesco d’Assisi. Custodisce opere di arte sacra, tra cui un’icona lignea della Vergine Odegitria del XIII secolo, un’importante tavola duecentesca raffigurante San Francesco, affreschi staccati provenienti dalle chiese di Bitonto, una Croce dipinta databile al XV secolo eseguita da un ignoto pittore meridionale, un cospicuo gruppo di dipinti di Carlo Rosa e della secentesca scuola di pittura bitontina, paramenti liturgici di gran pregio e uno straordinario lapidario costituito da ciò che resta dell’arredo medioevale della Cattedrale e da elementi scultorei che datano fino al XVIII secolo.